martedì 27 novembre 2007

Vacanze romane???


Più che vacanza, sarebbe meglio dire trasferta..
ma anche così non renderei l'idea..


Il mio unico pensiero da una settimana a questa parte è stato il "meraviglioso" corso aziendale di Itil V3 che si è tenuto a Roma presso la sede principale della mia società ..

Sarà che si trattava del mio primo vero esame dopo la laurea (è proprio vero che gli esami non finiscono mai!)
Sarà poi che coincideva con il mio debutto sulla sede Romana "iper fighetta"..
Sarà che dove lavoro io ITIL=vangelo (e io non sono mai stata un'esperta di tutto ciò che ha a che fare col mondo dell'informatica)..

Fatto sta che la mia permanenza a Roma in questi giorni non è stata propriamente rilassante..
lo capisco anche dal fatto che da quando sono tornata a Bo svegliarsi la mattina è diventata un'impresa ardua..

Note assolutamente positive:

Ho imparato cose nuove.. che non fa mai male, specie in materia IT..

Ho capito che la mia sede di Bologna non ha prezzo (è proprio vero che l'ambiente giusto lo fanno le persone, anche se il nome della società è sempre lo stesso)

Non mi farà onore, ma farsi portare in giro per Roma e non tirar fuori un solo Euro, è così gratificante che ti fa persino scordare che sei lì per lavorare/studiare

Ho passeggiato fra i Fori di sera, in un clima quasi primaverile e mi sono innamorata dell'atmosfera magica che si respira a Roma..
credo sia impossibile non lasciarsi rapire da questa "città eterna"

Note un pò meno positive:

L'amatriciana è troppo piccante per me..

La mia pressione bassa mi ha impedito di essere produttiva per almeno la metà del corso :(

Tre giorni di corso per un esame che normalmente richiederebbe un mese di lezioni sono pochi..

Le tre di notte, l'orario che ho fatto l'ultima sera per studiare..

L'esame interamente in inglese con materiale di studio in italiano..

Ancora non ho capito che cosa centra una laurea in economia con un ambiente live di sviluppo di applicazioni per il business (credo che centri solo con la parola business..)

L'esame il sabato

L'eurostar che a 2 Km da Termini si rompe impiegandoci poi 5 ore a riportarti a casa..



Tutto sommato però questa esperienza non mi è dispiaciuta..
ogni tanto una trasfertina si fa volentieri..
ieri poi mi sono messa a lavorare con un collega.. e dal buio totale di pochi giorni prima,
molte cose hanno acquistato un senso!!!
Che soddisfazione capire finalemente quello che stai facendo.. e che soprattutto non hai sgobbato per niente!

Rimane solo una grossa incognita..

Avrò passato l'esame?..

5 commenti:

Lieve ha detto...

Be', da quanto ho letto i punti positivi sono stati di gran lunga più rilevanti di quelli negativi ;)
Anche io adoro Roma, e il tuo post me ne ha fatto venire un po' la nostalgia, anche perchè a me l'amatriciana piace o.0
In bocca al lupo per l'esame ;)

Chiara ha detto...

Lieve hai ragione! già mentre scrivevo il post mi rendevo conto che nonostante lo stress in quest'esperienza sono prevalse le impressioni positive..

per quanto riguarda Roma.. non mi stanco mai di vederla, questa volta non l'ho potuta vivere nel modo più pieno.. ma conto di rifarmi, la prossima trasferta sarà sicuramente più tranquilla di questa!

..e poi a parte l'amatriciana la cucina romana si fa apprezzare decisamente! :)

Chiara ha detto...

a proposito.. crepi il lupo!!

cryccro ha detto...

mi ricordo quando sono andata ad un corso a Roma con l'Università.La cosa che mi è piaciuta di più sai cosa è stata?andare di sera a Trastevere in taxi!! Se non fosse stato per il tassista romanoderoma che ci faceva da guida del tipo "questa alla vostra destra è la casa di Berlusconi" mi sentivo una vip!Però il tassista romano faceva moooolto Rome Style.

Lieve ha detto...

La cucina romana è bella pesante come piace a me :P
La carbonara su tutto!!
;-)